All About Apple Museum di Savona

Inserito da

Una piccola Cupertino nella Vecchia Darsena di Savona? Chi l’avrebbe mai detto. Invece l’occasione delle Invasioni Digitali mi permette di scoprire una bella e interessante realtà della mia città.
Venerdì sera, una serata freddina di inizio maggio e mi accingo ad invadere l’All About Apple Museum di Savona, un’invasione pacifica come lo sono le Invasioni Digitali. Lo scopo è invadere armati di smartphone e tablets luoghi a volte poco conosciuti del nostro territorio per metterli in rete e farli conoscere, ed in questo caso l’invasione riguarda un museo davvero unico nel suo genere.
L’All About Apple Museum si trova nella Vecchia Darsena, in una piazza centrale dedicata al grande cantautore genovese Fabrizio De André. In questi ultimi anni la Darsena di Savona è davvero molto cambiata, passeggi all’ombra delle Torri del Brandale e della Campanassa e a ridosso della Torretta in un porto turistico pullulante di pub, ristoranti, gelaterie, e incroci gli antichi gozzi, le imbarcazioni dei pescatori sempre in attività, i moderni yachts e le eleganti barche a vela, il grattacielo e i lavatoi. Senza soluzione di continuità con il centro storico, la Darsena con il suo mare entra dentro la città e in un modo unico l’arreda e la completa.
Quando arrivo in Piazza De André sono un po’ in anticipo, non c’è ancora quasi nessuno, ma subito dopo comincia ad arrivare gente, molta di più di quella che io veramente mi aspettavo, tanto che poi, intorno alle 21.00, l’ora programmata per le invasioni, gli organizzatori ci dividono in due gruppi e incominciamo un percorso nella storia del personal computer accolti all’entrata del museo da una foto di Steve Jobs e Steve Wozniak al tavolo di lavoro.

Scopriamo così che si tratta del più fornito museo Apple al mondo

All Apple Museum

Nasce nel 2002, quando tutto il materiale informatico di un magazzino dismesso della ditta Briano Computer di Savona, un patrimonio comprendente quasi tutta la produzione Apple dal 1976 ad oggi, viene ceduto gratuitamente e Alessio Ferraro, ideatore e attuale presidente dell’All About Apple Museum, decide, insieme all’amico William Ghisolfo di costituire di dare vita ad un museo pubblico.

Cupertino chiama Savona!

Prima nella casa dei genitori di Alessio Ferraro, poi nei locali messi a disposizione dal Comune di Quiliano, fino alla sede attuale nella Vecchia Darsena di Savona, negli spazi concessi dall’Autorità Portuale di Savona, l’All About Apple Museum prende forma, si costituisce in Associazione e riceve la consacrazione definitiva quando, come dicono con orgoglio, “Cupertino chiama Savona” nel 2005 e li invita a visitare la casa madre statunitense, riconoscendoli come il più grande museo al mondo di Apple.
Quello che rende unico questo museo è che tutte le macchine sono accese, funzionanti e fruibili dai visitatori, a cominciare da quelle esposte nell’Area 51 (il riferimento è alla mitica area militare USA degli esperimenti segreti e degli avvistamenti UFO), pezzi unici che rimandano agli albori dell’era informatica, Commodore, Atari, Olivetti.

Area51, All Apple MuseumMa naturalmente il ricco catalogo del museo, 9.000 sono i pezzi raccolti dai volontari dell’Associazione All About Apple, è costituito da prodotti Apple che incontriamo lungo tutto il percorso dell’esposizione, dall’Apple I del 1976, uno dei primi micro computer personali della storia con il case in legno, al primo pc portatile del peso di 14 kg, a tutti i tipi di periferiche, stampanti, tastiere, mouse che vediamo evolvere nella funzionalità e nel design in modo stupefacente considerato il breve tempo trascorso dall’inizio di questa avventura. Oltre ad alcuni pezzi unici e rari, veri oggetti di culto, come la prima insegna Apple con il famoso logo arcobaleno e la cassetta degli attrezzi di Steve Wozniak.
Il mio gruppo arriva in fondo al percorso guidati da uno dei fondatori dell’Associazione William Ghisolfo, che appassionato moderno Virgilio ci racconta  dell’impegno che comporta mantenere accese e funzionanti tutte le macchine, del lavoro fatto con le scuole savonesi per far conoscere questa nuova realtà e della necessità di trovare un magazzino più capiente per contenere tutto il materiale che hanno raccolto in questi anni e che continuano a raccogliere.Invasione Digitale compiuta

Quindi, Invasione compiuta!

devo ammettere che mi aspettavo una visita per adepti, per addetti ai lavori, invece è stato un viaggio interessante in qualcosa che ci riguarda direttamente tutti i giorni, che ci ha mostrato quanto la nostra quotidianità è cambiata in questi pochi anni grazie alla rivoluzione informatica, non abbiamo, in fondo, fatto un’invasione armati di smartphone e tablets?

 

Grazie agli organizzatori e ai volontari che ci hanno guidato in questa visita, in particolare Alessio Ferraro, Presidente dell’Associazione, Andrea Palermo, Vicepresidente, William Ghisolfo consigliere e Alessandro Maggiolo segretario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>