Porto Antico, impressioni di settembre

Inserito da

Tre diversi punti di vista per un solo luogo di Genova. Un incipit in comune per raccontare il Porto Antico in una giornata soleggiata di settembre.

La parte che mi piace di più è quella panoramica

È arrivato settembre. Molti dicono che sia un po’ il lunedì dell’anno. E in un certo senso è proprio così, visto che chiude le vacanze estive e dà il via ad un nuovo periodo ricco di buoni propositi, puntualmente da me non mantenuti, e nuove attività. Camminando per Genova qualche giorno fa ho avuto questa sensazione: il caldo dell’estate ha lasciato spazio all’aria frizzantina e ciò mi ha riempito di vigore e voglia di fare. Ho pensato che con il sole splendente non si poteva stare in casa e sono andata in una delle zone della città che preferisco: il Porto Antico.
Come dice il nome stesso era qui la vecchia zona portuale della città che è stata poi riprogettata dall’architetto Renzo Piano nel 1992 diventando vero a proprio simbolo di Genova. Si può passeggiare, mangiare, pattinare sul ghiaccio d’inverno o guardare un film. È lo spazio dove vengono ospitati spesso eventi di ogni genere e tipo: dal Suq estivo, a mercatini vintage e rionali. Ma la parte che mi piace di più è quella panoramica, lo skyline di Genova che si vede dall’alto, con il mare da una parte e i monti alle sue spalle, mi stupisce sempre e mi perdo nel guardare le persone che passeggiano o le casette a perdita d’occhio del panorama.

Questo lunedì lungo un mese non mi dispiace poi tanto se mi regala giornate così

Eleonora

Mi accoglie un’aria fresca, che sa ancora di estate

È arrivato settembre. Molti dicono che sia un po’ il lunedì dell’anno. Io lo sento più come un sabato, di quei sabati in cui si fa festa e si è felici perché c’è ancora la domenica per riposarsi. Con la scusa di trovare un pezzo per un mobile antico, che solo una sapiente bottega tra le vie della vecchia Genova mi sa restituire per la gioia di quell’armadio che aveva perso la sua anta, arrivo in un baleno al Porto Antico e mi accoglie un’aria fresca, che sa ancora di estate, ma di estate al tramonto. La luce è ideale per scattare qualche foto e la vivacità della zona mi trascina in un vortice di emozioni. Decido di addentrarmi nel colorato Street Food Festival, mi concedo un gelato cremosissimo che si scioglie in bocca, allungo il passo fino ai Magazzini del Cotone, giusto in tempo per vedere un traghetto salpare.

E penso che poco importi se sia lunedì o sabato. Genova è sempre un incanto

Marina

Impossibile sentirsi soli al Porto Antico

È arrivato settembre. Molti dicono che sia un po’ il lunedì dell’anno. La mente e il cuore sono sospesi, in attesa di un nuovo anno carico di aspettative. In questo periodo mi prende sempre una lieve malinconia e allora, per me, non c’è terapia migliore di una passeggiata sul mare! Questa è una delle fortune di vivere a Genova. Da casa mia, scendo velocemente verso via Balbi, attraverso la bella piazza dei Truogoli di Santa Brigida e via Pré, intrisa di odori e colori, e in un attimo mi ritrovo davanti al mare. Quello che mi colpisce subito è la luce, limpida e cristallina. I gabbiani stridono e volano in questo cielo azzurro. E poi le persone, tantissime! Impossibile sentirsi soli al Porto Antico… Complici i tanti eventi che si tengono spesso in questa zona di Genova, la piazza si apre ai miei occhi come un grande luogo aperto di ritrovo e passeggio.

E qui mi siedo incantata a contemplare il mare scintillante e la Lanterna, in lontananza

Yael

Giornalisti e blogger, comunicatori ed esperti di turismo. Quella di “La Liguria Racconta” è una redazione fatta di…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>