Nervi, pittoresco borgo di mare

Inserito da

Il sole, l’infrangersi perpetuo delle onde sugli scogli, i colori pastello delle abitazioni e una piacevolissima passeggiata a mare: tutto questo è Nervi, pittoresco borgo di mare, a una manciata di chilometri da Genova.

Apri gli occhi e scopri Nervi.

Prendi un giorno di sole accompagnato da una leggera brezza che ti scompiglia i capelli, l’odore caparbio della salsedine e la voglia di stupirti di fronte alla poesia della natura. Apri gli occhi e scopri Nervi, borgo di mare del genovese, in cui l’infrangersi perpetuo delle onde sugli scogli e lo stridìo dei gabbiani in volo ti accompagna in ogni angolo, anche quello più nascosto.  Per godere a pieno di Nervi lasciatevi guidare dalla sua lunga passeggiata sul mare, intitolata nel 1945 ad Anita Garibaldi, moglie di Giuseppe.

Un percorso di 2 chilometri che si snoda tra insenature rocciose e piante di molteplici varietà, e che prende il via dalla coloratissima baia di Marina di Capolungo, fino al porticciolo del borgo. Sedetevi sulle panchine ad ascoltare l’eco del mare, sotto un sole che, anche d’inverno, regala giornate di straordinario calore. Dalla passeggiata si gode di una vista che si perde oltre la linea dell’orizzonte, dove l’azzurro del mare si fonde con quello del cielo, diventando un tutt’uno. Verso levante, in giornate eccezionalmente limpide, si scorge persino il promontorio di Portofino. È risalendo verso ponente, però, che lo stupore è assicurato. Davanti ai vostri occhi si schiude il porticciolo di Nervi circondato da case color pastello e popolato di piccole imbarcazioni, fuori e dentro l’acqua.

Il contrasto del blu del mare con gli allegri colori tutt’intorno saprà conquistarvi all’instante. La grazia e la poesia che si incontrano lungo il cammino fanno percepire il legame indissolubile fra questa terra, e i suoi abitanti, con l’elemento mare. Persino i muri parlano, e lo fanno con grande sentimento.

Al riparo dal vento.

Dalla piazzetta di fronte al porticciolo si inerpicano strette stradine all’ombra, riparate dal vento. Mentre sopra al torrente Nervi – che vi scorre di fianco fino a sfociare in mare – i treni che passano sul ponte ferroviario scandiscono il passare delle ore. La piccola piazza, e i dintorni, ospitano bar e ristoranti in cui è vivamente consigliato fermarsi a mangiare un buon piatto di pesce.


Probabilmente potrà sembrarvi strano, ma a Nervi incontrerete più barche che macchine. Non a caso, proprio a cornice del porticciolo, c’è un singolare “parcheggio” di imbarcazioni a riposo.

Che aspettate quindi? Prendete il treno e godetevi il viaggio che vi condurrà in questo pittoresco borgo di mare.
Prossima fermata: Nervi!

Commenti 2

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>