Digital Diary Liguria – Beyond Gravity di Simon Straetker

Inserito da

Era un venerdì mattina di settembre come gli altri. Ho acceso il computer, ho scaricato la posta e ho iniziato a leggere la newsletter di World Nomads e mi è caduto l’occhio su una frase a lato della newsletter: “Digital Diary Liguria e Can’t Forget Italy cercano aspiranti filmmakers per trascorrere una settimana tutto incluso in Italia, filmando l’esperienza e condividendola in un video-diario”. La mia testa ha subito iniziato a pensare alla Cinque Terre, al mare blu, allo snorkeling, al gelato italiano, alle belle ragazze, alle rocce per l’arrampicata, al sole, al freeclimbing, al diving e alla Bella Italia… “è solo un sogno”, mi son detto quando sono tornato alla realtà. Ho cliccato sul link e ho letto l’annuncio del contest: era tutto vero!

“È solo un sogno”, mi son detto quando sono tornato alla realtà.

Due settimane, una domanda di partecipazione, notti di attesa e dopo un volo mi trovo la seconda settimana di ottobre in Liguria con altri videomakers russi, canadesi, sudafricani, spagnoli, australiani, francesi ed italiani tutti pronti per una settimana incredibile alla scoperta della Liguria. Il mio viaggio è iniziato con un’esplorazione di prima mattina delle numerose stradine e dei negozietti di Genova seguite da altre esperienze culturali ed enogastronomiche in giro per la città. E questo era solo l’inizio…

climbing liguria turismo arrampicataIl mercoledì è iniziata la vera avventura. Jonn, Francesca ed io ci spostiamo a Finale Ligure, cioè la capitale italiana per le riprese di sport estremo. Sorpresi dai monti, dalle rocce a picco sul mare, dal profumo del salino del mare, da veri sportivi ci siamo diretti su alcune scogliere nei pressi di Finale Ligure dove abbiamo filmato Francesca, Betty ed Ezio mentre facevano freeclimbing sulle scogliere, e proprio noi ci siamo calati, appesi ad una corda, da una gigantesca caverna nella roccia.

Il tempo era poco e quindi dopo le ripresa vicino alla caverna e alla scogliera sono salito su una barca per effettuare qualche ripresa dal basso di loro che si lasciavano cadere dalle scogliere

climbing liguria turismo arrampicataIl nostro secondo giorno è stato uno dei più eccitanti della mia vita. A Finale Ligure dopo le presentazioni con due dei migliori high liners d’Italia abbiamo iniziato a salire su per Monte Cucco attraverso piccole grotte, rocce ripide e boschetti spinosi per raggiungere finalmente due rocce di circa 500 metri dal suolo destinate all’high lining.

I ragazzi hanno montato velocemente l’high lines e in poco tempo erano esaltatissimi per la loro passione, su una corda sottile di 25 metri fissata alle estremità su due rocce. Dopo tre ore di un magnifico tramonto facendo high lining siamo tornati indietro calandoci con una corda dalle rocce.

Il mio soggiorno in Liguria è stato troppo bello per essere descritto, troppo magico per tenerlo per me, troppo gustoso per stare a dieta, e troppo breve per non volerlo ripetere. Davvero I Can’t forget Italy!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>