Tra Varigotti e Noli: una giornata perfetta

Inserito da

Al primo passo i piedi affondano nella sabbia e subito ci sentiamo felici. Alle nostre spalle il Borgo Saraceno di Varigotti, davanti agli occhi il mare trasparente. Che cos’è che rende una giornata indimenticabile? Forse quando senti che tutto è perfetto, il luogo, il momento, le persone con cui sei. Il vento nei capelli, le onde del mare che ci chiamano, mio figlio che ride felice.

Varigotti

Cinque cilometri di paradiso.

Tutta la zona del Finalese ha questo effetto su di me: quello semplicemente di farmi stare bene. L’arenile è uno dei più belli della Liguria, l’acqua limpida e le spiagge ampie, l’ideale per i bimbi, e lo sguardo può spaziare su uno scenario naturale emozionante.
Varigotti non ha bisogno di presentazioni, è un paesino molto pittoresco, le case mediterranee colorate di rosso, rosa e giallo in contrasto con il blu del mare, schiacciate tra la spiaggia e le colline brulle. Girellando tra i vicoletti, appaiono scorci così belli da sembrare quasi finti.

Una volta ho letto che dalla Caprazoppa (le pareti di roccia affacciate come una balconata sul mare, appena al di sopra di Verezzi) fino a Capo Noli ci sono più di 5 km di sabbia, scogli e ciottoli: immaginatevi che meraviglia tra calette e spiagge nascoste! Verrebbe voglia di esplorarle tutte…

Focaccia e gelato: siamo in vacanza!

Dopo aver giocato a lungo sulla spiaggia con secchiello e formine ed esserci resi conto che ci stavano crescendo le squame a forza di stare immersi nell’acqua, ci viene una fame chimica! Andiamo ad assaggiare la focaccia bianca e alle cipolle (e a comprare il pesto!) al negozio di alimentari Fontana, sull’Aurelia. Ma alla truppa il mare fa venire fame… eh sì, ci starebbe un bel gelato! Si sa che quando si è in vacanza non ci si nega niente. Il gelato, qui, ha un nome: Pappus, la gelateria più famosa di Noli.

pescatori a NoliNoli è un altro di quei luoghi dove ho un pezzetto di cuore. I vicoli del centro storico, le botteghe degli artigiani, il Castello di Monte Ursino che si staglia sulla collina alle spalle del paese: per me tutto a Noli ha un fascino speciale.
Una delle cose che ci emozionano di più è fare il bagno al tramonto, tra le piccole barche a motore dei pescatori che ogni sera escono in mare per tornare la mattina dopo cariche di pesce.

Noli è un altro di quei luoghi dove ho un pezzetto di cuore.

In previsione di goderci questo momento in totale relax, mentre girelliamo tra i vicoli dopo una pausa caffè e dolcetto alla pasticceria La crepe, decidiamo di andare in un luogo dove il nome è tutto un programma… Il paradiso della gola! Già la vetrina è una goduria, quando entriamo, poi, è un vero spettacolo per la vista e l’olfatto!!! Focacce superlative e pizze di tutti i tipi una meglio dell’altra, condite con olive, acciughe, cipolle, stracchino e pesto.

Come in un Monet.

La nostra serata termina nella spiaggetta dei pescatori, tra un bagno in un mare trasparente e piatto come una tavola e un pic-nic improvvisato a cui invitiamo anche una famigliola di Brescia. I pescatori escono con le loro barche, i gabbiani finalmente si possono di nuovo impossessare della spiaggia deserta e noi ci godiamo un tramonto sul mare che sembra un quadro di Monet.

Aria vacanziera tutto l’anno, anche quando lavoro, e sguardo curioso quando cammino per Genova, mia città adottiva. Il…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>