4 amici in bici

Inserito da

Ci ritroviamo io e Lo Stento davanti all’Albergo Primula, oggi lasciamo a casa la squadra… poi, io in sella alla mia bici e Lo Stento con la sua, recuperiamo Mimmo e Andrea.

Dopo esserci trovati di fronte alla stazione alle ore 9,00 in punto siamo partiti verso Sanremo con andatura turistica, dato che oggi la strada è lunga. La prima asperità la troviamo dopo pochi chilometri: il capo Mele seguito a poca distanza dal capo Mimosa.

Fortunatamente oggi la giornata è bella è il panorama stupendo.

Passato il capoluogo di Imperia imbocchiamo all’altezza di San Lorenzo al Mare la stupenda pista ciclabile (peccato che non si riesca a fare in tutta la Liguria) e finalmente ci leviamo dal traffico.

capo mele giro bicicletta liguriaDi lì a poco prima sosta per problemi idrici dello Stento, all’ingresso di Sanremo si beve il caffè per darsi la carica per affrontare la salita di giornata: 18Km dislivello 1100 metri, direi dura. All’inizio faccio io l’andatura per i primi quattro Km poi mi sorpassa Mimmo con, a ruota, Andrea mentre lo Stento fa i soliti capricci – non vengo perché non sono in giornata – ha paura di staccarsi. Poi passo di nuovo io in testa con andatura regolare, almeno saliamo tutti assieme. Dopo circa 45 minuti raggiungiamo San Romolo, famoso per i ripetuti passaggi del rally di Sanremo e anche per l’arrivo di tappa del giro D’Italia, quindi sosta per approvvigionamento idrico e anche scarico.

Puntiamo verso Baiardo passando da monte Bignone, punto più alto del nostro giro, e qui che scoppia la bagarre, complice anche un forte vento, con l’allungo di Andrea seguito immediatamente da Mimmo: io e lo Stento al momento stiamo a guardare, anche perché la salita diventa più dura causa il forte vento contrario.

capo mele giro bicicletta liguriaIn lontananza assistiamo alla battaglia tra i nostri due amici mentre noi saliamo di pari passo; dopo aver affrontato diverse curve e tornanti al fondo di un rettilineo scorgiamo Mimmo in difficoltà e le nostre forze si moltiplicano. Dico allo Stento: andiamo ha prenderlo!

Detto fatto: a 150metri dallo scollinamento io e lo Stento gli siamo passati davanti in velocità. Traguardato il GPM indossiamo la mantellina per proteggerci dal freddo e imbocchiamo la discesa, molto tecnica. Facendo molta attenzione raggiungiamo Passo Ghimbegna, un breve sguardo al bellissimo borgo di Baiardo e poi giù in picchiata: all’uscita di una curva, arroccato sulla montagna ci appare Ceriana, da qui il poggio, meta di grande storia per la Milano Sanremo, e infine di nuovo sull’Aurelia e pista ciclabile.

Breve consulto per valutare le forze che ci rimangono e decidiamo di fare un piccolo spuntino per ricaricarci a Riva Ligure, presso un bar sulla ciclabile, per affrontare gli ultimi chilometri. Ormai le forze sono poche e ruotando in testa al gruppetto rientriamo ad Alassio in perfetto accordo.

KM136,19 tempo 5:28:26, media 25,00 dislivello 1629m: gran bel giro.

Commenti 1

  1. Bella pedalata e bel racconto. Era anche una giornata frescolina devo dire.
    Ottima compagnia e dialogo, buon passo da “fondo”.
    Lunga e particolare la discesa di Ceriana, e interessante rivedere quanto “arroccato” sia il paese, da domandarsi veramente come abbiano potuto cimentarsi in costruzioni così a strapiombo e ardite.
    PS: ma chi è che ha vinto il GPM? 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>