Mare, profumo di mare… e non solo!

Inserito da

Il #GoPonente è l’esperienza vissuta da sette blogger nella Liguria di Ponente: un lembo di terra scoperto e riscoperto dai nostri protagonisti attraverso varie attività svolte all’aria aperta. Per tre giorni, in un autunno mite come spesso avviene in riviera, questi “cacciatori di esperienze” sono andati alla scoperta delle radici di un territorio, dei suoi frutti più preziosi e dell’anima dei suoi abitanti. L’impegno dell’organizzazione di un questo blogtrip è stato sicuramente ripagato nel scorgere negli occhi dei miei nuovi sette amici internazionali (tre italiane, un’ inglese, una slovacca, un rumeno e un’americana) stupore e gioia per ogni avventura intrapresa.

Questi “cacciatori di esperienze” sono andati alla scoperta delle radici di un territorio, dei suoi frutti più preziosi e dell’anima dei suoi abitanti.

Tra i nostri ricordi più nitidi e piacevoli merita un posto di eccellenza la gradevole “pedalata” sulla pista ciclabile sanremese del Parco Costiero del Ponente Ligure (www.area24.it): la particolarità di questo percorso è il tracciato stesso, che nasce sul tratto costiero della vecchia ferrovia tra Ospedaletti e San Lorenzo al Mare.

Immagine3La linea dismessa, a seguito di una bonifica, è oggi intelligentemente rivissuta e valorizzata dal continuo viavai dei ciclisti locali e non solo. La pedalata si è svolta nel corso di una domenica mattina di un caldo fine ottobre. Ed è stato bello e unico pedalare a ridosso del mare calmo, il suo profumo che pervade le narici, il sole e la mite temperatura che ti sorridono; essere circondati da persone di ogni età che si divertono sulle due ruote, crea un’atmosfera di benessere.

Belle – e buone- sensazioni anche nella località Perti: in questo tratto dell’entroterra finalese la natura ha dato vita ad un paesaggio unico come solo la Liguria sa regalare: una dolce collina circondata da antichi ulivi alle spalle della costa. È qui che conosciamo la famiglia Sacone: i fratelli Bruno e Francesco con la loro simpatica mamma, portano avanti la tradizione della passione paterna, la campagna, dedicando tutto il loro amore alle piante d’ulivo.

olive_raccolteNe curano la potatura, la concimazione del terreno, la raccolta delle olive che avviene a mano per brucatura, rigorosamente albero per albero, producendo così un olio di altissima qualità (www.sacone.it). La nostra percezione è che in questo angolo di Liguria si viva in perfetta simbiosi con il territorio e quindi… ci siamo rimboccati le maniche anche noi e li abbiamo aiutati nella raccolta delle olive. Con lo stesso entusiasmo

Un’esperienza indimenticabile è stata senza dubbio la ricerca del tartufo bianco in notturna, o come l’abbiamo chiamata noi “la caccia” al tarfufo nell’entroterra savonese, precisamente a Millesimo. Con l’aiuto di Pongo, Kira e Luna, giovani cagnoloni e dei loro simpatici padroni, tutti tartufai doc membri dell’Associazione Tartufai e Tartuficoltori Liguria (email: ass.tartufai.liguria@quipo.it) siamo andati nei boschi della Val Bormida, per cercare di cogliere i tesori che questo territorio nasconde sottoterra.

IMG_1465Passeggiando, ci viene raccontato che un bravo cercatore conosce almeno un centinaio di tartufaie, ha un cane dal fiuto eccezionale e può chiedere l’aiuto a Sant’Antonio per trovare i tuberi più pregiati. Che emozione quando il cane Pongo ha iniziato a scavare nel terreno. Il suo fiuto eccezionale non ha tradito le attese e ci siamo ritrovati un prezioso tartufo bianco, pronto da gustare per cena, tutti insieme, come in una grande famiglia durante un giorno di festa.

Questi sono solo alcuni dei ricordi che ci porteremo dentro.

Ringraziamo tutti i nostri “viaggiatori speciali” che hanno vissuto e condiviso con noi questi momenti e tutti coloro che ci hanno aiutato a trasmettere le naturali bellezze e l’anima, non solo territoriali, della Liguria.

Genovese curiosa ed affascinata da tutto ciò che è autentico, buono ed insolito. Sono alla costante ricerca di…

Commenti 1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>