A Sanremo in bicicletta in una seconda estate

Inserito da

sanremo estate paesaggio spiaggiaProfumo di pino marittimo, venticello e una bicicletta lungo la riviera di Sanremo: così è iniziato il mio viaggio verso Ponente, verso una zona che conosco poco con occhi di ragazza, che ricordo ancora però con occhi di bambina.

A ottobre non ti sembra vero, ma stai vivendo una seconda estate mentre percorri la pista ciclabile lungo le ferrovie liguri dismesse tra gallerie, centro città e porticciolo. Una domenica come tante per i sanremesi, una domenica come poche per chi decide di venire a trascorrere qui gli ultimi scampoli d’estate.
E se dopo la pedalata ti aspetta un pranzo raffinato ma unico e semplice come quello all’Olio Colto a Taggia… beh, non serve sapere altro per arrivare in fondo alla mattinata.

risotto mare piatti ricetteSaluto le palme, il panorama stupendo e il mare che mi ha tenuto compagnia al mio fianco in bicicletta e coccolo le papille gustative con antipasto a base di olive e baccalà, primo di gnocchi con ricotta, spinaci e zucca; e ancora, fagottino di verza con porro, carne, pancetta seguito dal biscotto di Taggia su letto di zuppa inglese accompagnato da gelato all’olio di oliva.
E mentre con la mente sono ancora seduta a tavola, si prosegue veloce attraversando Dolceacqua, direzione Pigna.

E quale miglior modo per conoscere un luogo, in questo caso il centro storico di questo paese dalle 900 anime dell’entroterra ligure, se non con gli occhi di chi ci vive.

Io l’ho visto con quelli di Cristofino e di Tata, il suo cagnolino. Tra le vecchie vie e poi su in cima alla chiesa, e infine verso quello che era un castello ed ora è una piazza, mentre dalla porta di casa ci saluta Silvio con occhi vivi e voglia di guardare il mondo lì fuori: sono le persone che fanno un posto, sta a noi scegliere come viverlo.

cane piccola taglia passeggiataE per concludere la prima giornata del mio viaggio nella riviera ligure di ponente non potevo chiedere di meglio che una cena con atmosfera da Italia anni ’60 al Casinò di Sanremo: buon pesce, musica rigorosamente italiana dal piano bar, camerieri in smoking e coppie anziane ai tavoli che trascorrono una tranquilla serata di metà autunno nella città del festival.
E mentre cerco di concludere il mio pezzo dalla camera della mia piccola e accogliente casetta al villaggio dei fiori di Sanremo, non mi possono non tornare in mente le vacanze in camper che ho trascorso qui in Liguria da piccina, con quella sensazione di pace che ti regala un posto che non fai fatica a sentire tuo.

thegirlwiththesuitcase.blogspot.it

Silvia Cartotto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>